Vito Catalano


 

 



Biografia



ARCHITETTO

 

Nasce a Trecastagni (CT) il 22 gennaio1936;

Studi classici presso i Gesuiti, Collegio Pennisi di Acireale  ( CT);

Svolge da autodidatta attività pittorica dagli anni 60 agli anni  80;

1961: espone per la prima volta operer grafiche a sfondo metafisico c/o la Galleria Stampatori di TORINO.

Si laurea in Architettura presso la Facoltà di Architettura di Palermo;

1969: iscrizione all'Albo  professionale degli Architetti di Catania, N°. 88;

1969 :Inizia l'attività professionale, nello studio del Prof. Arch. Pirrone Giovanni, con il quale si associa e lavora  nei vari settori dell'architettura e dell'urbanistica.;

1970 : espone una serie di disegni e scenografie presso la Galleria Arte al Borgo di Palermo;

1971: consegue l'abilitazione all'insegnamento nei Licei.;

Inizia l'attività d'insegnamento di discipline artistiche e Storia dell'Arte nei Licei, ( attività svolta sino al 1980);

1972: inaugura a Palermo lo Studio CATALANO di: “ARCHITETTURA,URBANISTICA, RESTAURO”, 

1976 : ottiene l' iscrizione all'Albo dei Collaudatori della Regione Siciliana per: Categoria C: opere oltre 500.000.000; Specializzazioni: Opere stradali, edili, edili in c.a.; monumentali, architettura degli interni, ed arredamenti, restauro dei monumenti, arte dei giardini.;

1977 :  iscrizione all'Albo degli Arbitri della "Cassa Arbitrale", istituita dalla Camera di Commercio di Catania.;

1981 :  iscrizione all'Albo dei Collaudatori per opere straordinarie di pubblico interesse nell'Italia Meridionale, per le seguenti specializzazioni:

Edilizia e cemento armato, Restauro ( monumenti, etc);

1982: svolge attività professionale tra Catania, Palermo, Varese e Milano.

1999 - 2001, continua ad occuparsi  prevalentemente, insieme alla figlia Caterina, laureata in Architettura presso la Facoltà di Architettura del Politecnico di Milano., di progettzione e direzione di opere pubbliche per il terziario, recupero di centri storici,  restauro di monumenti e progettazione  nel campo ospedaliero ed alberghiero, per conto della Regione Siciliana e per il Ministero dei lavori pubblici.

Dal 2001 dopo il pensionamento, riprende la ricerca pittorica, utilizzando gli strumenti digitali a sua disposizione.

Esplora quindi il mondo dei frattali, le teoria gestaltiche, (non tralasciando gli aspetti sempre presenti della ricerca in architettura), che si consolidano  tramite il computer in forme surreali spesso futuribili: costruzioni arcaiche o avveniristiche tra passato e futuro.

 



Esposizioni



MOSTRE:

 

PERSONALI:

 

Torino:  Galleria Stampatori; Milano: Galleria Spazio K32;

Palermo:Galleria arte al borgo;

Milano: Galleria  Adam’o Eva

Catania : Spazio Vitale

Miilano : Spazio Kramer  22;

etc.

 

COLLETTIVE:

 

Palermo, Catania, Siracusa, Noto, Acireale, Lucca.

 

                                                           



OPERE



incursioni nell'inconscio 2019
incursioni nell'inconscio 2019
incursioni nell'inconscio 2019
Incursioni Nel Subconscio 2016
(184 x 269)
in collaborazione con morandi tappeti